Il nuovo lavoro.

Due mesi fa Damiano, dopo 15 anni, ha lasciato il suo lavoro perché una collega lo tormentava. Sono state inutili le richieste di smettere, gli interventi da parte della famiglia e di altre persone. Era rimasta solo la via più dura e abbiamo deciso di non intraprenderla. Questo perché non ce la siamo sentiti di rovinarci le giornate per colpa di una persona che, indipendentemente da tutto, purtroppo non sarebbe cambiata.

Qualcuno potrebbe vederla come una sconfitta, ma noi abbiamo scelto di guardare la cosa da un altro punto di vista. Noi abbiamo deciso di uscire da una situazione che ci faceva stare male per provare nuove strade, trovare occasioni, invece che rimanere incastrati in qualcosa di ormai arido, che non ci avrebbe fatti crescere. Quante volte, per paura, per abitudine, rimaniamo fermi in contesti nocivi? Sul lavoro, in amicizia, in amore… a volte bisogna fare quel salto, lasciare semplicemente andare ciò che non può essere curato e pensare alla nostra felicità. Questo richiede un po’ di coraggio, ma fare quel passo è prendersi le opportunità che gli altri non ci hanno dato. È costruire il nostro percorso.

Oggi, infatti, festeggiamo. Oggi è il primo giorno della nuova borsa lavoro di Damiano, un portone che si apre, un’altra occasione per conoscere nuovi colleghi, imparare esperienze diverse e ritrovare il sorriso in un contesto che dovrebbe farci crescere, invece che affossarci.

Non ascoltate chi vi sminuisce, chi non vi fa sentire abbastanza. Non date peso né forza alle loro parole e alle loro azioni. Allontanatevi. Godetevi la vita, conquistate la serenità.

E chi vorrà prendersela con il prossimo, senza qualcuno che gli darà corda, a un certo punto dovrà guardarsi allo specchio e fare i conti con sé stesso.

P.S. Se vuoi conoscere la nostra storia la trovi nel libro “Mia sorella mi rompe le balle – una storia di autismo normale”, negli store online, librerie e qui: https://amzn.to/3lAZt5S Con Kindle Unlimited l’e-book è gratis!


16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti