Confessioni di un Damiano in quarantena.

Quando forse un po' gli manchi, ma non vuole dire che gli manchi. Stamattina mi suona il telefono. Margherita: "Pronto? Ciao Damiano!" Damiano: "Ah. Oh." M: "Cosa? Tutto bene?" D: "Ehm, sì, sì. In realtà mi è partita per sbaglio la chiamata." M: "Ah, ho capito. Allora ti saluto..." D: "Ehm, aspetta. Mi sa che sotto sotto ti volevo sentire. C'è anche Philipp?". M: "Sì." E così abbiamo trascorso 1 ora a chiacchierare.

P.S. Sostienici leggendo il nostro libro "Mia sorella mi rompe le balle - una storia di autismo normale", in libreria, store online e su Kindle Unlimited l'ebook è Gratis! https://amzn.to/3lAZt5S



0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Una sit-com!