Cambiamento.

SUL CAMBIAMENTO.

Cambiare. Chissà perché è una cosa che fa così paura. Stravolgere la routine, il terrore della frase “sai quello che lasci, ma non sai quello che trovi”. Eppure, anche quando sappiamo di dover lasciare qualcosa che ci fa stare male, restiamo lo stesso. Troppo a lungo.


Forse siamo pessimisti? Forse abbiamo paura di trovare qualcosa di ancora peggiore?

Damiano ha lavorato per 15 anni in un luogo che all’inizio gli ha dato molto. Ha imparato tante cose, è cresciuto, ha fatto amicizia con i capi e i colleghi. Ma col tempo la magia si è interrotta. Ha iniziato ad avere qualche problema, ha trovato una persona che gliene faceva di tutti i colori… ed era grande la paura di cambiare. Un po’ per l’affetto verso quel luogo, un po’ per i colleghi e per la preoccupazione di finire in situazioni peggiori. Ma non stava più bene lì.


Dopo più di un anno di ripensamenti e tentativi di mediazione, finalmente è arrivato il coraggio di cambiare.

Ed oggi si trova in un nuovo luogo di lavoro, felice. I colleghi sono meravigliosi e il lavoro gli piace. Non torna più a casa con pensieri tristi per le cose che gli sono state dette. Non prova più rabbia o rancore. Oggi si sente fiero di sé, invece che umiliato, fallito.


Non bisogna avere troppa paura di cambiare, perché gli scenari futuri possono essere molto più belli di quello che ci aspettiamo. E la vita è così varia che, se apriremo gli occhi, scopriremo che le vie sono moltissime.


P.S. Sostienici leggendo e acquistando il nostro libro "Mia sorella mi rompe le balle - una storia di autismo normale", in libreria, store online e su Kindle Unlimited l'ebook è Gratis! https://amzn.to/3lAZt5S




1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Una sit-com!